Inapplicabilità del giudizio abbreviato ai delitti puniti con la pena dell’ergastolo. Pubblicata in G.U. l’ordinanza di rimessione alla Corte Costituzionale.

Ordinanza di rimessione alla Corte Cost. 14 luglio 2020 n.140

Diamo notizia ai lettori della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’08.09.2021 – Serie Corte Costituzionale – dell’Ordinanza con la quale il Gip del Tribunale di Foggia, dott.ssa Grippo, ha sollevato la questione di legittimità costituzionale con riferimento all’art. 438, comma 1-bis, inerente l’inapplicabilità del giudizio abbreviato ai delitti puniti con la pena dell’ergastolo.
In particolare viene sollevata la questione di legittimità costituzionale in relazione alla mancata previsione della possibilità di chiedere di definire il processo con giudizio abbreviato nelle ipotesi in cui ricorrano dati fattuali certi riferibili al fatto (modalità oggettive della condotta) ovvero alla persona dell’imputato (quale, nel caso in esame, il vizio parziale di mente), che consentano di ipotizzare l’irrogazione, in caso di condanna, di una pena diversa dall’ergastolo.

Tags

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
Articoli Correlati
Articoli più recenti
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore