Confisca: il veicolo utilizzato per beni soggetti ad accisa senza contrassegno è strumento di reato

Corte di Giustizia, Ottava Sezione, sentenza del 25 gennaio 2024, Sofiyski gradski sad, causa C-722/22, ECLI:EU:C:2024:80

Segnaliamo ai lettori la recente sentenza della Corte di Giustizia UE, con la quale si è deciso che:
L’art. 1, terzo trattino, e l’art. 2, decisione quadro 2005/212/GAI del Consiglio, del 24 febbraio 2005, relativa alla confisca di beni, strumenti e proventi di reato, devono essere interpretati nel senso che un veicolo utilizzato per trasportare beni soggetti ad accisa sprovvisti di contrassegno fiscale in violazione della legge costituisce uno «strumento» di un reato.

Normativa di riferimento
  • Artt. 1, 2, 4 e 5, Decisione quadro 2005/212/GAI del Consiglio, del 24 febbraio 2005, relativa alla confisca di beni, strumenti e proventi di reato
Precedenti citati
  • Corte di Giustizia, Grande Sezione, sentenza del 16 giugno 2005, Pupino, C‑105/03, ECLI:EU:C:2005:386
  • Corte di Giustizia, Quinta Sezione, sentenza del 29 giugno 2017, Popławski, C‑579/15, ECLI:EU:C:2017:503
  • Corte di Giustizia, Grande Sezione, sentenza dell’8 novembre 2016, Ognyanov, C‑554/14, ECLI:EU:C:2016:835
  • Corte di Giustizia, Prima Sezione, sentenza del 14 gennaio 2021, Okrazhna prokuratura – Haskovo e Apelativna prokuratura – Plovdiv, C‑393/19, ECLI:EU:C:2021:8

Tags

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
Articoli Correlati
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore