Corte EDU: il ritardo nelle cure mediche del detenuto configura trattamento inumano o degradante

Corte europea dei diritti dell’uomo, Prima Sezione, sentenza del 9 ottobre 2023, Riela c. Italia, ricorso n. 17378/20

Segnaliamo ai lettori la recente sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo, con la quale l’Italia è stata condannata per la violazione dell’art. 3 CEDU.

I giudici di Strasburgo hanno ritenuto che configuri trattamento inumano o degradante il ritardo significativo nella fornitura a un detenuto di apparecchi medicali, degli esami diagnostici e dei trattamenti medici.

In particolare, per le sue valutazioni, la Corte ha preso in considerazione:

  1. la condizione del detenuto e l’effetto su quest’ultimo delle modalità della sua detenzione;
  2. la qualità delle cure fornite;
  3. se il ricorrente debba o meno continuare la detenzione a causa del suo stato di salute.

Tenuto conto dei ritardi e del fatto che questi riguardavano il trattamento di malattie numerose e di una certa gravità, la Corte ha concluso che il detenuto non abbia ricevuto cure mediche tempestive e adeguate.

Normativa di riferimento
  • Art. 3 CEDU
Precedenti citati
  • Corte europea dei diritti dell’uomo, Grande Camera, sentenza del 31 gennaio 2019, Rooman c. Belgio, ricorso n. 18052/11
  • Corte europea dei diritti dell’uomo, Quarta Sezione, sentenza del 2 giugno 2020, Potoroc c. Romania, ricorso n. 37772/17
  • Corte europea dei diritti dell’uomo, Seconda Sezione, sentenza dell’11 febbraio 2014, Contrada c. Italia (n. 2), ricorso n. 7509/08
  • Corte europea dei diritti dell’uomo, Prima Sezione, sentenza del 9 dicembre 2021, Hamzagić c. Croazia, ricorso n. 68437/13
  • Corte europea dei diritti dell’uomo, Seconda Sezione, sentenza del 3 maggio 2016, Letinčić c. Croazia, ricorso n. 7183/11

Tags

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
Articoli Correlati
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore